ARTE di YASMINA REZA

Arte
di Yasmina Reza
p
roduzione Asterlizze
nuova traduzione Luca Scarlini
con Mauro Bernardi, Elio D’Alessandro, Christian la Rosa
regia Alba Maria Porto
scene e costumi Lucia Giorgio
musiche originali Elio D’Alessandro
progetto video Indyca
un progetto di Alba Maria Porto, Claretta Caroppo, Annalisa Greco

“Permission granted by Thaleia Productions, 6 rue sedillot 75007 Paris France”

Arte è il testo che ha portato alla fama internazionale la drammaturga franco-iraniana Yasmina Reza e che le è valso il prestigioso premio Molière. È una commedia brillante ed ironica i cui protagonisti sono Serge, Marc e Yvan, amici di lunga data: un dermatologo amante dell’arte, un ingegnere aeronautico e un rappresentante di articoli di cartoleria. Serge acquista una tela bianca per l’ingente somma di duecentomila euro, Marc disapprova l’acquisto, mentre Yvan non prende alcuna posizione. Tre amici, tre tipi umani radicati nelle proprie certezze, tre modi diversi di vedere – o non vedere – lo stesso quadro. Attraverso una riflessione sull’arte contemporanea, lo spettacolo pone interrogativi universali sul valore delle relazioni, e mette in scena le dinamiche psicologiche ed emotive in tema di amicizia virile, fatta anche di egoismi, falsità, doppiezze. In un’escalation vertiginosa di accuse e rimpalli, Reza mette a fuoco la crudele verità che si nasconde dietro i rapporti di amicizia.

Rassegna stampa

“Alba Maria Porto, al suo debutto registico, dirige un gruppo di giovani interpreti, nel gioco dialettico acuto e lapidario della commedia.” (www.notiziepiemonte.it )

L’affresco delle meschinità e delle debolezze umane è vario e coloratissimo” (Luigi Mascheroni, Il giornale)

“L’attenta regia di Alba Porto puntella la verbosità dei protagonisti con pause appena accennate, sguardi di sfida a lungo tenuti, accorgimenti minimali che senza intaccare la fluidità di un testo dal ritmo crescente ne impediscono la possibile perdita di controllo.” (Roberto Canavesi, www.teatroteatro.it)

“Una regia attenta e poco invasiva. La trama è lineare, forse prevedibile. Il che rende ancora più encomiabile il lavoro svolto, che armonizza riflessione e comicità.” (Vincenzo Sardelli, www.klpteatro.it)

page1image24941248 page1image24941632 page1image24942976